Privacy Policy

MOFF – Museo dell’Opera di Federico Fellini

2018 - Today

consulente per l’architettura

1° PREMIO


committenza:
Comune di Rimini

progetto e realizzazione dei contenuti multimediali:
Lumiere & Co [capogruppo]
Anteo
Studio Azzurro
Marco Bertozzi
Anna Villari
Federico Bassi

progetto delle architetture e degli allestimenti:
Orazio Carpenzano [coordinamento]
Tommaso Pallaria
Alessandra Di Giacomo
Studio Dismisura
SETIN srl
SRP Engineering srl
CSG PALLADIO srl
Studio Leoni srl

link:
Comune di Rimini


Nell’aprile del 2018 il Comune di Rimini ha bandito il concorso per un museo dedicato alla figura di Federico Fellini, con l’obiettivo di creare un polo museale innovativo e immersivo, di ricerca e creazione artistica, in cui far convivere rigore scientifico, emozione e spettacolo.

Il progetto per il Museo dell’Opera di Federico Fellini (MOFF) prefigura interventi che attraversano il Centro Storico di Rimini, componendosi di tre assi:
1. Castel Sismondo, nelle cui sale dovranno essere allestiti veri e propri set felliniani, mediante la ricostruzione di materiali scenici e l’utilizzo delle più avanzate tecnologie digitali; in tale ambito saranno ospitate, in esposizioni temporanee, opere originali di artisti internazionali chiamati a rievocare e rielaborare l’immaginario felliniano;
2. Fulgor – Casa del Cinema, ospitato nei tre piani superiori di Palazzo Valloni, recentemente ristrutturato. I primi due piani dovranno sviluppare e reinterpretare il rapporto tra la terra d’origine e l’intera opera di Fellini. Il terzo piano dovrà essere concepito come un loft living space, uno spazio libero, informale, dove il visitatore potrà immergersi nella visione dei film di Fellini;
3. CircAmarcord, un grande spazio outdoor in cui il visitatore potrà scoprire e sperimentare il cinema di Fellini nei suoi tratti più propriamente fellineschi e ludici. Tale spazio dovrà ospitare spettacoli temporanei, allestimenti e installazioni interattive ispirati ai luoghi, alle situazioni, ai temi dei film.

Il MOFF potrà offrire un confronto tra le immagini dei suoi film e della sua opera grafica e quelle della sua Rimini, per permettere al visitatore di estrarre relazioni, concetti e ulteriori prospettive.

In un quadrilatero ricco di storia e di cultura e che vede nel gioiello rinascimentale di Castel Sismondo, nella piazza Malatesta, nel cinema Fulgor degli importanti contenitori culturali in cui il visitatore scoprirà e sperimenterà gli aspetti più visionari del cinema di Fellini.
Gli elementi urbani di Rimini, attraverso la loro scena fissa e profonda, sono cose che hanno concorso, in combinatorie ogni volta reinventate, alla costruzione di una serie di rappresentazioni straordinarie.
Qui, l’omaggio al maestro riminese non è inteso come la creazione di un “parco a tema” esteso alla città, piuttosto come un dono che la città offre alla collettività attraverso l’interpretazione più intima dei meccanismi poetici che hanno attraversato, determinandola, l’opera felliniana.
In questo senso il nostro progetto per il MOFF, acronimo da noi proposto che sta per “Museo dell’Opera di Federico Fellini”, mette a nudo lo spazio e riempie il vuoto attraverso i meccanismi dell’immaginario.

Orazio Carpenzano