Privacy Policy

FotoOrazioCV

ORAZIO CARPENZANO

orazio.carpenzano@uniroma1.it
Modica, 1958
Architetto, PhD

 

Ordinario di Progettazione nella Facoltà di Architettura di Sapienza Università di Roma.
Preside della Facoltà di Architettura; Direttore del Dipartimento di Architettura e Progetto (2016-2020).
Coordinatore del Dottorato di Ricerca in Architettura Teorie e Progetto e coordinatore per l’attività pubblicistica del DiAP, all’interno del quale ha diretto il laboratorio ArCo (Architettura e Contesti). Membro della Commissione giudicatrice nel Research Seminar del CiAUD. Già membro del comitato scientifico INARCH Lazio; ha diretto le collane Print Dottorato, DiAP Print/Progetti e DiAP Print/Teorie per i tipi di Quodlibet. Ha diretto l’Istituto Quasar di Roma (scuola superiore post-diploma di design) nel settennio 2000/2007 e è stato presidente della Commissione Cultura della Facoltà di Architettura della Sapienza. Partecipando a concorsi di progettazione ha conseguito premi e segnalazioni. Il suo lavoro è stato esposto alla Biennale di Venezia e in alcune mostre collettive a Roma, Barcellona e Delft. Progetti e scritti appaiono su pubblicazioni e riviste nazionali e internazionali. Tra le sue più recenti realizzazioni, il nuovo Corso Trento e Trieste a Lanciano, la Piazza delle Pietre d’Italia (primo stralcio del Museo Diffuso della Grande Guerra) a Redipuglia e l’allestimento per la mostra Comunicare la Democrazia. Stampa e opinione pubblica alle origini della Democrazia, presso la Sala della Regina in Montecitorio. Sta attualmente coordinando il progetto delle architetture e degli allestimenti urbani per il Museo dell’Opera di Federico Fellini a Rimini, in corso di realizzazione. Oltre a ricerche di progettazione urbana incentrate soprattutto sulla condizione contemporanea della città, ha intrapreso traiettorie più complesse e originali sull’intersezione tra architettura, arte e nuove tecnologie. Dal 2002 ha ideato e prodotto lavori come Physico, Sylvatica, Pycta e Hallalunalalone nell’ambito di Altroequipe, dove ha svolto una ricerca fondata sull’interazione tra la danza, il suono, l’architettura e le tecnologie del motion capture e della motion graphics. Ha ideato Archidiap di cui è direttore editoriale e l’evento “Roma come stai?” e ha condotto le conversazioni di Architettura a Palazzo Venezia, all’interno della manifestazione ArtCity curata dal Polo Museale del Lazio. È autore di oltre cento saggi sui temi delle teorie e tecniche della progettazione architettonica e urbana e, tra le altre pubblicazioni, di: Roma tra il fiume, il bosco e il mare, Collana DiAP PRINT / PROGETTI, Quodlibet 2019; Lo storico scellerato, Collana DiAP PRINT / TEORIE, Quodlibet 2019; Roma in movimento. Pontili per collegare territori sconnessi, Collana DiAP PRINT / PROGETTI, Quodlibet 2019; Qualcosa sull’architettura. Figure e pensieri nella composizione, Collana DiAP PRINT / TEORIE, Quodlibet 2018; La dissertazione in Progettazione architettonica. Suggerimenti per una tesi di Dottorato, Collana DiAP PRINT / TEORIE, Quodlibet 2017; e-Learning. electric extended embodied, con Maria D’Ambrosio e Lucia Latour, Edizioni ETS 2016.
Oltre a sviluppare una proficua e costante attività redazionale nella pubblicistica di Enti e Istituzioni Pubbliche, è curatore di mostre e convegni d’architettura nazionali e internazionali.

 

Programma per la candidatura alla Presidenza della Facoltà di Architettura (2020)

 

 

 

 

 

 

Orazio Carpenzano